Assegno Unico Figli: A chi spetta? Guida Completa

Uno dei principali temi contenuti all’interno del disegno di legge denominato Family Act, è l’assegno unico e universale per i figli.

Si tratta di una misura volta a dare un sostegno economico concreto che possa contribuire al mantenimento e accrescimento della natalità e al contempo perorare la causa delle famiglie.

Le dichiarazioni di Elena Bonetti, ministra della famiglia, vanno proprio in questa direzione, l’intento era quello di fornire un contributo al paese passando attraverso quei nuclei familiari che sono la vera forza motrice dell’economia, soprattutto in un periodo storico in cui la crisi post pandemica ha lasciato diverse cicatrici.

Assegno Unico Figli a Carico

Cominciamo col dire che la domanda per il contributo potrà essere inoltrata da tutti i cittadini italiani, sia essi comunitari che non, questi ultimi, però, devono essere in possesso da almeno un anno del permesso di soggiorno.

L’assegno sarà erogato sin dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni compiuti e dipenderà, com’era logico aspettarsi, dal proprio Isee e dall’età anagrafica della prole.

La quota destinata sarà maggiorata del 20% nel caso di figli successivi al secondogenito, maggiorazione ancora più corposa per nuclei familiari con figli disabili e, in questo caso, non è presente la scadenza dei 21 anni, anzi l’estensione è prolungata vita natural durante.

Molto importante è che continuerà a essere disponibile anche in caso di separazione dei genitori, a uno solo se c’è affidamento unilaterale, a entrambi se congiunto.

Infine si ricordi come l’assegno unico universale non sia in conflitto con il reddito di cittadinanza.

Assegno Unico Figli 2020

I bonus emanati e previsti per l’anno 2020 sono la diretta conseguenza della Legge di Bilancio 2020, in cui sono stati inseriti i primi incentivi per sostenere la natalità. Le misure previste sono variegate e prevedono:

  • un’estensione del congedo di paternità fino a 7 giorni
  • l’importantissima proroga del bonus bebè che prevede un contributo esteso a tutti e variabile tra gli 80 e i 160 Euro, in base al proprio reddito, per i bambini nati da Gennaio 2020
  • l’estensione del bonus mamma che riguarda i figli per ora ancora non a carico, ma che lo saranno in breve tempo e prevede una cifra di 800 Euro
  • l’estensione del bonus asilo nido con contributi fino a 3.000 Euro per nuclei familiari con Isee inferiore ai 25.000 Euro.

Assegno Unico Figli 2021

Dopo essere stato votato in Senato ottenendo una maggioranza assoluta, arriva finalmente l’assegno unico figli a carico 2021.

Sostenere e contribuire alla formazione della genitorialità e snellire l’analoga misura varata nell’anno precedente, sono stati gli obiettivi sin dall’inizio, in modo che le varie agevolazioni presenti fino a ora confluiscano in un unico assegno universale.

Vediamo ora in dettaglio le misure previste già accennate in precedenza:

  • assegno universale per tutti i nuclei familiari con figli
  • contributo disponibile dal settimo mese di gravidanza sino ai 21 anni di età e variabile in base al proprio Isee
  • maggiorazione dell’importo in caso di nascita del terzo figlio, evidente quindi come la misura si rivolga e aiuti, in modo particolare, le famiglie numerose
  • importo maggiorato fino al 50% in caso di presenza di figlio disabile
  • dalla maggiore età fino ai 21 anni, l’importo potrà essere riscosso direttamente dal figlio, fermo restando che in questo sarà meno consistente
  • spetterà a tutti i cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari che siano, però, in possesso di permesso di soggiorno di lunga data (almeno 1 anno), residenti in Italia per un periodo di almeno 2 anni e che abbiano figli a carico
  • l’importo per ora non è definito dato che bisognerà tenere in considerazione la prossima riforma fiscale, dovrebbe, comunque, attestarsi intorno ai 200/250 Euro
  • l’assegno unico figli 2021 invalida e abolisce alcune misure dell’anno precedente quali, ad esempio, il bonus bebè, la detrazione dei figli a carico e il premio alla nascita.

E tu cosa ne pensi? Vuoi dire la tua? Lascia un commento, metti mi piace, oppure condividi quest’articolo sui social se ti è stato utile per supportare il lavoro di Forexnotizie.it!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.