Home | Fisco | INPS | Attivazione Voucher Inps: Guida Completa
Attivazione Voucher Inps: Guida Completa
Attivazione Voucher Inps: Guida Completa

Attivazione Voucher Inps: Guida Completa

I Voucher sono tornati; Forse qualcuno ricorda gli eventi del 2017: i voucher erano nel mirino della CGIL e molto avversati in generale a causa del loro abuso che precarizzava lavoratori che altrimenti avrebbero dovuto aver un contratto di lavoro. Venne dichiarato ammissibile e fissato un Referendum del sindacato per l’abolizione ma il governo con un decreto stabilì l’abolizione dei Voucher evitando il referendum che avrebbe certo avuto ripercussioni politiche. Oggi sono tornati ma con normative molto più stringenti. Come attivarli e quando si possono usare?

Cosa sono i Voucher

I Voucher sono dei Buoni di pagamento, un mezzo per retribuire prestazioni lavorative ma utilizzabili solo in particolari casi e per determinati datori di lavoro.

Questi mezzi di pagamento rispondono alla strategia più generale di contrasto all’evasione fiscale in riferimento all’emersione del lavoro nero anche se certamente di entità piuttosto limitata nell’ottica dell’entità di evasione.

Chi può lavorare con i Voucher

Le persone che possono essere retribuite con i Voucher sono pensionati, giovani studenti anche Universitari purché regolarmente iscritti ai vari corsi scolastici, disoccupati, percettori di reddito di inclusione e persone che percepiscono istituti di sostegno al reddito.

Non possono essere retribuiti con Voucher le persone che hanno in atto un rapporto di lavoro attivo.

Chi può usare i Voucher

Piccole imprese e Professionisti possono avvalersi di prestazioni di lavoro occasionale retribuendole con Voucher ma solo nel limite di 5000 Euro all’anno per ciascun percettore e ancora con il limite di 2.500 per ciascun lavoratore.

Questo significa che ciascun prestatore di lavoro occasioinale può essere retribuito con Voucher da più datori di lavoro ma nel limite massimo di 2.500 euro dallo stesso datore e con il limte massimo di 5.000 Euro annui totali.

Per queste prestazioini il Datore di lavoro dovrà attivare i Voucher sulla piattaforma telematica dell’Inps e ha l’obbligo di comunicare il luogo di lavoro, i dati del lavoratore e la durata presunta del lavoro almeno un’ora prima dell’inizio della stessa sempre sul sito Inps.

Attivazione Voucher Inps

In ogni caso la normativa che regola l’uso dei Voucher stabilisce che se il lavoratore percepisce dallo stesso datore di lavoro una retribuzione superiore a 2.500 euro o lavora per un numero di ore superiore a 280 ha il diritto di essere assunto dalla stessa ditta con contratto a tempo indeterminato.

Il Libretto Famiglia

Le famiglie private possono usare i Voucher per retribuire persone che svolgono presso la stessa lavori occasionali. In questi sono ricompresi lavori di pulizia e manutenzione, assistenza domiciliare a componenti della famiglia e per ripetizioni scolastiche.

Le Famiglie private possono provvedere all’attivazione di “carnet” di Voucher in qualsiasi momento, versando la somma corrispondente al numero di Voucher in ragione di 10 Euro ciascuno.

Si potranno usare i Voucher per retribuire le persone che prestano le attività previste, le quali otterranno un netto di 7,50 euro per ciascuna ora di lavoro prestata mentre i restanti 2,50 euro vanno per la copertura assicurativa INAIL e per i contributi Inps.

La famiglia ha l’obbligo di comunicare all’Istituto previdenziale i dati del prestatore di lavoro, le ore lavorate, il numero di titoli utilizzati e il luogo della prestazione lavorativa.

Questa comunicazioine va resa entro il terzo giorno del mese successivo la prestazione fruita attraverso la piattaforma Inps o un Patronato.

Hai gradito questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.