Home | Fisco | Bollette della Luce non Pagate: Saranno a Carico di Tutti
bollette della luce non pagate saranno a carico di tutti
bollette della luce non pagate saranno a carico di tutti

Bollette della Luce non Pagate: Saranno a Carico di Tutti

Bollette della Luce non Pagate: Saranno a Carico di Tutti – Secondo quanto stimato dalle ultime ricerche, ammonta a 1 miliardo di euro il resoconto a carico dei conti nazionali causati dalle bollette dell’Enel non pagate dai morosi, che per diverse ragioni, evadono il versamento delle fatture per la fornitura dell’energia.

Sicuramente, si tratta di una cattiva notizia per tutti i cittadini onesti che pagano puntualmente le bollette tutti i mesi, proprio perché saranno tenuti a pagare una certa somma per bilanciare i debiti creati dai morosi.

Questa nuova legge che è stata concordata dalle sentenze e dai vari ricorsi del Consiglio di Stato e del Tar, stabilisce che tutti i consumatori sa

associzioni consumatori

ranno tenuti a versare una quota degli oneri generali relativi alle bollette dell’energia elettrica non pagate, che è pari a 200 milioni di euro arretrati.

 

Tra i vari soggetti coinvolti in questa “cattiva” normativa, ci sono persino le società elettriche che hanno chiuso i battenti a causa delle bollette fatturate e non pagate dai consumatori.

Dunque, possiamo definirlo come un sistema di distribuzione dell’evasione, davvero ingiusto, su ogni consumatore, che purtroppo influisce negativamente su tutti i consumatori onesti, che già sostengono le proprie spese.

Cos’è la Morosità dell’Energia Elettrica?

Chi è Che Non Paga le Bollette?

Come ben sappiamo, i ritardi negli adempimenti si verificano spesso, con un’ampia diffusione nel settore del mercato elettrico autonomo in quanto, questo mercato agevola il passaggio da un operatore all’altro senza dover obbligatoriamente estinguere il “debito” al vecchio operatore.

Un evento di questo tipo, dunque, possiamo definirlo con il termine “turismo dell’energia elettrica” in quanto si ha la possibilità di passare da un operatore all’altro senza dover saldar prima i debiti accumulati, lasciando all’azienda un cumulo di bollette non pagate.

A causa di questi furbetti, quindi, le società non avranno mai la possibilità di riscuotere la somma dovuta, proprio perché i soggetti morosi diventano creditori.

Lo stesso soggetto, però, sarà sospeso non appena saranno disponibili i suoi dati sugli altri consumatori nella banca dati del Sistema Informativo Integrato, grazie al quale gli operatori delle varie società elettriche, possono capire che il nuovo consumatore sia corretto oppure si tratti di un furbetto delle bollette non pagate.

Per ora attendiamo, aspettando di vedere se si tratta di una giusta procedura oppure meno. Si spera che questa normativa, dunque, possa mettere in riga i cosiddetti furbetti delle bollette non saldate, permettendo ai consumatori onesti di poter vivere al meglio e senza troppe spese a proprio carico.

Aegsi: le Bollette con Morosità Verranno Pagate dalla Collettività

La Decisione dell’Aegsi

L’Aegsi, ossia l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha, da poco tempo emanato un’ordinanza che sembra non essere stata, ovviamente, accettata da molti consumatori che versano regolarmente le proprie bollette.

Di fatti, questa Autorità ha determinato la sua normativa, sostenendo di voler suddividere per tutta la collettività dei contribuenti, una quota degli oneri generali non saldati dai morosi. Stando alle ultime ricerche, l’importo da pagare si aggirerebbe attorno ai 200 milioni di euro. Ma non è tutto, perché sapendo che l’importo complessivo delle note non versate si aggira attorno al miliardo di euro, possiamo capire perfettamente che, questa non è altro che una premessa.

D’altronde l’Aegsi, in questo modo, è riuscita a rispondere alle sentenze del Tar Lazio e del Consiglio di Stato. Sicuramente, però, non è una notizia piacevole per tutta l’altra parte di consumatori, ovvero quelli che pagano regolarmente i propri adempimenti, e a tutte le organizzazioni che ne fanno le veci.

Perché è Stata Presa Questa Decisione?

Spiegazione della Decisione dell’Aegsi Riguardo le Bollette Non Pagate

I motivi per cui questa Autorità abbia preso tale decisione, sono diversi tra loro.

L’Aegsi, infatti, lo ha fatto sia per rispettare le ordinanze emanate dall’ente di giurisdizione in questione, sia per una ragione del tutto economica.pagamento bollette

Di fatti, tempo fa moltissime sono state le società di fornitura elettrica che hanno fallito per l’ingente massa di bollette accumulate in seguito alla frode fiscale delle bollette.

Hanno inciso parecchio sui bilanci di queste ultime, persino gli oneri parafiscali, che venivano rigirati alle finanze dello Stato.

 

In questo modo, dunque, le società hanno deciso di chiudere i battenti anziché finire in Tribunale.

Uno degli esempi più noti è rappresentato dall’azienda Gala, proveniente da Frosinone, che cerca a tutti i costi di far approvare una delle normative concorsuali di Concordato preventivo per risparmiarsi il fallimento.

Cosa Dicono le Associazioni dei Consumatori

Il Parere delle Associazioni dei Consumatori

Di conseguenza, moltissime sono state le reazioni non favorevoli delle associazioni dei soggetti consumatori che sostengono fermamente l’abolizione di questa normativa, considerata un vero e proprio abuso.

La decisione che è stata stabilita in seguito ai vari ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato, prevede quindi un nuovo onere sulla bolletta della luce, di tutti i consumatori.

Si tratta di una somma di denaro, che sarà necessaria per coprire le mancanze nelle casse delle aziende di fornitura di energia elettrica.

Oltre ciò, anche l’Unione Nazionale dei Consumatori, definisce questa ordinanza come un sopruso, affermando che seppure volessero, le aziende elettriche sono in possesso di tutti i requisiti utili per recuperare tutto il denaro relativo alle bollette dell’energia elettrica, fino alla sospensione del servizio elettrico.

Invece la decisione di far pagare ai cittadini onesti, potrebbe incoraggiare i morosi a continuare a non versare i propri adempimenti.

Le società elettriche, inoltre, dovrebbero disporre di ogni requisito necessario per essere in regola.

Per quanto concerne la Federconsumatori, invece, questa non sarebbe altro che un’ordinanza di tipo improponibile che grava ulteriormente sui cittadini.

Luigi Gabriele, dell’organizzazione Codici sostiene che, quando bisogna socializzare i profitti ne traggono beneficio le aziende, mentre quando è necessario rateizzare i debiti, si chiamano in causa i consumatori.

Dunque, si tratterebbe di un ulteriore abuso ai danni dei cittadini onesti, che ogni volta che ci sono debiti da pagare, vengono chiamati in causa.

fornitura elettrica

Non resta altro che approfondire e verificare questa situazione, scomoda a molti.

Dunque, ogni consumatore deve fare molta attenzione al termine morosità, specialmente quando si parla di casi in cui il gestore non ha la possibilità di sospendere la fornitura, che sia del gas o della corrente elettrica.

Al contrario, i gestori hanno tutte le possibilità di poter sospendere il servizio di fornitura senza alcun avviso, proprio perché parliamo di frode constatata nell’utilizzo dell’energia o del gas, utilizzo di impianti non idonei ecc.

Guarda anche

Come Non Pagare il Canone Rai Speciale

Come Non Pagare il Canone Rai Speciale

Come Non Pagare il Canone Rai Speciale- Alcuni anni fa era possibile evitare di pagare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.