Cambio Euro – Dollaro: Quotazione in Tempo Reale?

5

Cambio Euro – Dollaro: Quotazione in Tempo Reale? – Come conoscere la quotazione in tempo reale della coppia EUR/USD? Quali sono i fattori che influenzano l’andamento di questa coppia di valute, che è la più scambiata al mondo? Ecco tutte le informazioni che dovresti sapere sul cambio euro – dollaro.

Quotazione in tempo reale Eur – USD

Qui di seguito trovi il grafico Eur/Usd con la quotazione in tempo reale grazie a Plus500:

Cambio Eur/Usd: Cosa Sapere?

I fattori principali che condizionano e determinano il cambio euro/dollaro nel mercato Forex sono:

  • Il livello dei prezzi riguardanti i beni e i servizi delle economie di tutti e due le monete;
  • Le politiche fiscali impiegate;
  • Il prezzo del greggio;
  • Differenziale tra il tasso d’interesse della BCE e la Federal Reseve,
  • L’importanza dei fattori speculativi.

Per quanto concerne il cambio euro/dollaro, molti sono i fattori importanti rispetto ad altri che possono condizionare i movimenti del grafico eur/usd. Tali fattori sono divisi in due gruppi:

Fattori tecnici euro/dollaro, che riguardano tipicamente l’orario di apertura delle maggiori borse europee e statunitensi. L’orario di apertura delle piazze europee sono le 09:00 del mattino, ciò vuol dire che le prime ore della giornata sono considerate le più importanti per sfruttare la volatilità del tasso di cambio.

Alle ore 14:00, invece aprono le borse statunitensi, ciò significa che vie è un netto incremento della liquidità del tasso di cambio, offrendo maggiori occasioni di trading.

Quanto alla volatilità di tasso di cambio eur/usd, questa resta aperta fino alle 17:00 orario in cui chiudono le borse europee. E’ consigliabile operare nelle ore notturne, proprio perché i movimenti del tasso di cambio sono irrisori.

Al secondo gruppo appartengono i fattori macroeconomici che riguardano l’economia di un determinato Paese o di uno specifico comparto economico.

Questi fattori hanno la possibilità di decidere l’andamento del tasso di cambio eur/usd. Il tasso d’interesse è un principio importante per coloro che investono.

Infatti, le manovre determinate dalle decisioni delle banche centrali condizionano l’andamento della moneta di interesse e, nel caso di aumento del tasso d’interesse, si ha un movimento rialzista, in un caso del genere si ha un apprezzamento della valuta contrariamente, invece, una variazione negativa.

Il tasso di cambio è composto dai tassi d’interesse, che viene fissato dalla Federal Reserve dalla Fed o dagli USA e dal minimo tasso di riferimento proposto e fissato dalla Banca Centrale Europea.

La BCE ha il compito di rilasciare il suo tasso d’interesse all’inizio del mese tra la prima settimana e massimo l’inizio della seconda.

La Federal Reserve, invece, rilascia il tasso sui Fondi Fed otto volte all’anno. Inoltre, i tassi d’interesse di tutte e due i Paesi vengono definiti con un termine specifico:

  • Hawkish che indica la dichiarazione delle banche centrali del tasso d’interesse in caso di variazione del tasso;
  • Dovish che fa capire che i tassi d’interesse saranno più flessibili.

Un altro fattore fondamentale che riguarda il cambio eur/usd è quello riguardante il tasso di disoccupazione. Negli USA, la pubblicazione del Non-Farm Employment Change, è una delle maggiori notizie che gli investitori attendono per il mercato Forex.

Per la zona Euro, i dati si basano sui numeri relativi all’occupazione sulla base delle maggiori economie sulla zona euro. L’indice di salute dell’economia è il PIL (prodotto interno lordo), un valore superiore delle attese si ritiene positivo, invece un valore inferiore si ritiene negativo.

Nel caso in cui il PIL USA dovesse essere in rialzo, avremmo un apprezzamento del dollaro e una diminuzione del tasso di cambio eur/usd, contrariamente è possibile ottenere un apprezzamento.

Tra gli altri elementi che caratterizzano il cambio euro/dollaro c’è anche la bilancia commerciale, che rappresenta la differenza tra le importazioni e le esportazioni in economia: sovrapprezzo: numero maggiore di esportazioni e deficit: numero maggiore di importazioni.

Oltre ciò, esistono altri fattori determinati che possono avere un effetto importante sul tasso di cambio della valuta. Il valore del dollaro tende ad apprezzarsi, nel momento in cui il prezzo dell’oro scende, viceversa, quando la valuta americana si deprezza, il valore del prezzo dell’oro sale.

In un caso del genere, se la moneta ha la possibilità di prendere potere d’acquisto gli investimenti si concentrano sul bene rifugio.

Inoltre, è importante sapere che, le valute sono dotate di un andamento di lungo periodo, rispetto alle materie prime, dunque si avvalgono di una maggiore ciclicità.

Un’altra cosa molto importante, è sapere che le banche centrali non possono monitorare contemporaneamente i tassi d’interesse e la quantità di moneta in circolazione.

Se quest’articolo ti è stato utile ricorda di condividerlo su Facebook o mettere il tuo mi piace e seguire la nostra pagina ufficiale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.