Home | Fisco | Certificazione Unica 2015
Certificazione Unica 2015
Certificazione Unica 2015

Certificazione Unica 2015

Certificazione Unica 2015- Da gennaio 2015 è stata introdotta un’importante novità per quello che riguarda la certificazione dei redditi erogati da parte di Imprese ai prestatori di lavoro. Il vecchio CUD è andato in pensione ed è stato sostituito da un nuovo strumento certificativo chiamato Certificazione Unica 2015 che, quindi, da tale data è obbligatoriamente da utilizzare da parte di tutti i Sostituti di Imposta. Andiamo, quindi, a conoscere meglio questo strumento, cosa comporta, perché è stato introdotto e come funziona.

Come funzionava la certificazione dei redditi

Fino al 2014, per i redditi riferiti al 2013, i Sostituti di Imposta erano tenuti a consegnare ai propri sottoposti, fossero dipendenti, equiparati a dipendenti, parasubordinati e lavoratori autonomi la certificazione di quanto erogato nell’anno, attraverso un modello chiamato CUD.

Su tale documento erano indicati i redditi erogati e le imposte versate all’erario. Con il CUD il lavoratore provvedeva a compilare e presentare la propria Dichiarazione dei Redditi, autonomamente oppure tramite un Caf o un Professionista o un’Associazione di categoria.

Chiaramente senza tale documento non era possibile certificare né il reddito percepito né le imposte versate, per questo vigeva l’obbligo di consegna al lavoratore che, in mancanza, non avrebbe potuto in nessun modo provvedere alla dichiarazione dei redditi.

La nuova Certificazione Unica

L’obiettivo del Governo che è alla base dell’introduzione della Certificazione Unica 2015 al posto del CUD, è la semplificazione fiscale che passa anche attraverso l’introduzione, dalla stessa data, del 730 Precompilato che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti, già compilato, appunto, con i dati risultanti al fisco, sempre con la possibilità di modifica e/o integrazione dei dati.

La Certificazione Unica diventa il mezzo con il quale il fisco viene a conoscenza dei redditi erogati e le imposte versate, la base essenziale per la compilazione del 730 Precompilato.

A tale fine il Sostituto di Imposta ha l’obbligo di trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della Certificazione Unica e contestualmente di fornire ai lavoratori la forma cartacea del medesimo.

Il lavoratore ha comunque sempre la possibilità di verificare e scaricare la Certificazione Unica dal cassetto fiscale, tramite le proprie credenziali fornite dall’Agenzia delle Entrate, quindi la password, il proprio codice fiscale e il Pin Code.

Come trasmettere la Certificazione Unica

Il sostituto di Imposta deve provvedere alla trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della Certificazione Unica attraverso due possibili canali:

  • Tramite il servizio Online Fisconline utilizzabile direttamente dal singolo contribuente sempre con le credenziali personali fornite dall’Agenzia delle Entrate.
  • Attraverso il Servizio Entratel utilizzabile da intermediari abilitati, previa la sottoscrizione di incarico da parte del contribuente.

In caso di errore, la Certificazione Unica presentata sarà rigettata e sarà inviato un avviso di questo al presentatore con l’indicazione dell’errore rilevato; è possibile un ravvedimento operoso correggendo l’errore comunicato entro 5 giorni dalla notifica, trascorsi i quali sarà considerata come omissione di presentazione la mancata correzione dei dati errati e non sarà più possibile il ravvedimento operoso.

Su tale Certificazione si deve utilizzare il codice “A” per i redditi relativi a lavoratori autonomi che abbiano prestato la loro opera in modo abituale, soggetti all’IVA, si utilizza il codice “O” per tutti i lavoratori autonomi che non sono soggetti all’obbligo di iscrizione alla Gestione Separata.

Ti è stato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Guarda anche

ISEE Nucleo Ristretto

ISEE Nucleo Ristretto- Per accedere a molti benefici sociali ti verrà richiesto l’ISEE, un documento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.