Home | Formazione | Come Funziona la MetaTrader 4?
Come Funziona la MetaTrader 4?
Come Funziona la MetaTrader 4?

Come Funziona la MetaTrader 4?

Come Funziona la MetaTrader 4? Si tratta della principale piattaforma utilizzata dai trader di tutto il mondo per fare trading ed aprire/chiudere le posizioni. Permette di controllare i grafici, inserire indicatori, oscillatori ed expert advisor ed operare al meglio nel mondo del trading. In questo articolo vogliamo offrire una panoramica sul suo funzionamento.

Inserire un ordine su MT4

La prima cosa di cui vogliamo parlare è sicuramente il come creare un ordine all’interno della MT4. E per cominciare bene vogliamo iniziare dagli ordini istantanei: sono gli ordini di acquisto o di vendita che vengono eseguiti a prezzo di mercato, senza precisare il prezzo al quale vogliamo acquistare/vendere.

Gli ordini istantanei ci permettono in sostanza di entrare nel mercato in tempo reale, senza aver impostato l’ingresso al raggiungimento di un determinato prezzo. Per piazzare un ordine istantaneo dobbiamo andare a sinistra nella sezione vista del mercato: cicchiamo dunque sul titolo che vogliamo tradire due volte con il tasto sinistro e si aprirà una schermata d’ordine.

In alternativa è possibile aprire prima il grafico e cliccare con il tasto destro sul grafico per poi far aprire la schermata d’ordine.

A questo punto non dovremo fare altro che cliccare su esecuzione istantanea dal menu a tendina “tipo” e cliccare sul tasto vendi (bid) o compra (ask). A sinistra un piccolo grafico ci mostrerà con una freccia verde la differenza fra livelli di comprato e venduto (rispettivamente comprato in azzurro e venduto in rosa): questa è lo spread.

Ogni coppia di valute ed i CFD hanno un solo costo: lo Spread. Questo varia a seconda dei prodotti scelti per fare trading. La coppia EUR/USD generalmente ha uno spread più basso, di 1.5 pips

All’interno della schermata d’ordine troviamo altre voci, ovvero:

  • Volume: si tratta della grandezza (in inglese size) del nostro ordine, ovvero i lotti che intendiamo acquistare/vendere. Possiamo scegliere un valore minimo di 0.1 lotti ed un valore massimo di 8 lotti. Un contratto standard, nel mercato Forex, equivale a 100.000 della valuta base (la prima a sinistra). In pratica se sul cambio EUR/USD vogliamo piazzare un ordine per un controvalore di 10.000 euro dobbiamo cliccare su 0.1!
  • Stop Loss / Take Profit: Sono fondamentali per i trader! Una volta scelta la direzione in cui vogliamo muoverci possiamo aggiungere dei livelli di protezione nel caso in cui il mercato si muova in direzione contraria a quella che abbiamo scelto. Per limitare le perdite si usa lo stop loss (occorre scegliere un prezzo inferiore rispetto a quello che abbiamo quotato). Per chiudere la posizione in profitto possiamo scegliere il prezzo al quale, automaticamente, la posizione verrà chiusa, utilizzando il take profit.
  • Trailing Stop: In questo caso possiamo proteggere il nostro ordine senza avere chiaro il livello di stop loss da inserire. Viene utilizzato quando ad esempio si è in presenza di un forte trend. In questo caso il trailing stop ci permette di inserire uno stop loss dinamico che si adatta ai prezzi correnti salvaguardando al tempo stesso parte dei nostri profitti. Per inserirlo dovrai cliccare con il tasto destro sulla posizione aperta e poi sulla voce “trailing stop”: qui dal menu a tendina potrai scegliere quanti pips deve differire. Il minimo è 15 punti.
  • Ordini pendenti: questi ordini sono molto utili perché ci permettono di entrare nel mercato solo quando il prezzo raggiungerà il prezzo che vogliamo noi. Ci sono quattro possibilità:
    • Buy Limit: si tratta dell’ordine che viene effettuato quando si aspetta un prezzo inferiore al prezzo ask quotato.
    • Sell limit: In questo caso l’ordine viene effettuato quando si aspetta un prezzo superiore di quello bid quotato.
    • Buy Stop: è l’ordine effettuato da chi vuole eseguire l’ordine rapidamente: si tratta di un ordine definito “aggressivo” perché porta il compratore ad acquistare ad un prezzo superiore rispetto all’ask quotato
    • Sell stop: è l’ordine effettuato da chi vuole seguire l’ordine inverso al buy stop rapidamente: in questo caso si vende ad un prezzo inferiore a quello del bid quotato.

Come chiudere un ordine su MT4?

Per chiudere un ordine, ovvero per chiudere una posizione su MT4 dobbiamo cliccare in basso con il tasto destro sulla barra “terminale” e selezionare la posizione che vogliamo chiudere.

A questo punto ci basta selezionare chiudi ordine e poi confermare la nostra decisione. Una procedura semplicissima.

Queste due sono le azioni principali che effettuano i trade quando operano con la MT4, ma c’è una terza operazione fondamentale che dovresti conoscere prima di cominciare a tradare:

Come modificare gli ordini su MT4?

Se abbiamo sbagliato a piazzare il nostro ordine, forse possiamo ancora rimediare modificandolo. Per farlo dobbiamo selezionare a sinistra nella sezione vista del mercato il titolo che vogliamo modificare e selezionare dunque la voce modifica o cancella ordine.

A questo punto si aprirà una nuova maschera: la MT4 ci permette di modificare i livelli di stop loss take profit in due modi: il primo metodo ci permette di cambiare i prezzi in termini di pips, nel secondo metodo invece potremo digitare nuovi prezzi alle voci “stop loss” e “take profit”.

Nel rettangolo blu è presente a questo punto un avviso che ci indica il sistema ogni volta che cambiamo i livelli di take profit/stop loss: questi devono differire dal prezzo corrente di almeno “n” pips, altrimenti non saranno accettati

Esaminati dunque i tre aspetti principali andiamo a capire

Come utilizzare la barra del terminale?

Situata nella parte bassa della nostra MetaTrader, la Barra del Terminale ci permette di accedere rapidamente a due schermate fondamentali:

  • Posizioni Aperte
  • Storico Operazioni

Le Posizioni aperte contengono tutte le voci relative alle varie posizioni “pendenti”/ ancora attive. E’ molto importante dare una occhiata alle voce swap (è la voce che indica i costi di finanziamento addebitati o accreditati per la detenzione di posizioni su più giorni: il profitto è dato dalla differenza fra il guadagno/perdita attuale meno lo Swap). Il Margine (situato in basso) ci permette di sapere quanto denaro è impiegato a fronte del valore nominale dell’intero investimento.

A sinistra troviamo invece il Saldo, ovvero il risultato complessivo comprensivo di profitti e perdite fino ad ora, il controvalore (ovvero il saldo aggiornato alle fluttuazioni delle posizioni aperte) ed il margine disponibile.

Lo Storico operazioni: riassume invece tutti i trade effettuati e chiusi fino ad ora. E’ qui che possiamo vedere anche il riassunto profit & loss (profitti e perdite) e stamparli o esportarli in vari formati.

Indicatori e oggetti della MetaTrader

All’interno del grafico standard è possibile chiaramente inserire indicatori, oscillatori, trentine, canali ed oggetti di vario tipo: si tratta di strumenti ed elementi aggiuntivi che ci possono aiutare in fase di analisi tecnica.

Per inserire nuovi indicatori o oggetti possiamo cliccare in alto su inserisci e scegliere fra “indicatori” ed “altri oggetti”: sarà possibile selezionarli anche nell’area navigatore o utilizzarne alcuni personalizzati (è proprio da qui che possiamo installare nuovi indicatori ed E.A., Expert Advisors).

La barra degli strumenti invece (sotto il menu principale) ci permette di modificare l’aspetto del grafico (tipo di grafico, tiferanno, salvare i formati per utilizzarli successivamente, …).

Questa è una presentazione base della MetaTrader 4, per completezza abbiamo pensato all’integrazione di un video realizzato da Swissquote LTD:

Se i nostri articoli ti piacciono ti chiediamo di dedicarci solo pochi secondi: metti un +1 ed un mi piace o condividi i nostri articoli, per noi è molto importante!

Grazie e buona formazione – buon trading a chi vorrà avvicinarsi a questo mondo.


Guarda anche

Recensione del libro "Milionari in 2 anni e 7 mesi"

Recensione del libro Milionari in 2 anni e 7 mesi (Alfio Bardolla)

Recensione del Libro “Milionari in 2 anni e 7 mesi”- Non siamo tutti uguali, ciascuno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *