Consigli Mutuo per Giovani Coppie: Quale Istituto Scegliere?

0

Consigli Mutuo per Giovani Coppie: Quale Istituto Scegliere? – Quando si decide di accendere un mutuo è molto importante tenere in considerazione una serie di fattori che possono fare davvero la differenza, ecco la nostra mini guida base ai mutui.

Scegliere di acquistare una casa può sembrare una decisione semplice da prendere ma in realtà bisogna fare i conti con una serie di requisiti che le Banche valutano prima di concedere o meno il mutuo.

Il problema, ai tempi attuali, sorge proprio per le giovani coppie ed i giovani al di sotto dei 35 anni, categorie che possono, agli occhi della Banca, presentare lacune dal punto di vista reddituale e patrimoniale, di conseguenza concretare un investimento rischioso soprattutto se ancora non sono stabili a livello lavorativo.

Certo esistono i garanti ed i fideiussori ma realmente è tutto in balia della discrezionalità dell’Istituto Bancario.

Nonostante le difficoltà date per scontate da chi intende avviare una richiesta di mutuo, sicuramente è consigliabile richiedere informazioni in merito prima di tutto alla Banca dove si è titolari di un conto corrente e solo dopo, per avere un termine di paragone, informarsi presso altri Istituti.

Per capire quale Istituto scegliere basta confrontare diversi fattori, che andremo di seguito ad elencare, fermo restando la certezza di partenza su quale cifra chiedere in previsione dell’acquisto della casa e la certezza ulteriore della disponibilità reddituale mensile, detratte le spese fisse, per affrontare le rate del mutuo eventualmente concesso.

Vediamo quindi i fattori da tenere presente:

  • A seconda degli anni totali di durata del mutuo confrontare le rate che solitamente equivalgono ad 1/3 delle entrate mensili nette (calcolo che fa la Banca), considerando che più è breve la durata meno interessi si pagano;
  • Valutare se scegliere un tasso variabile o un tasso fisso, tenendo presente l’influenza dell’Euribor e dello Spread nel primo caso e dell’Irs (Indice di riferimento per i tassi fissi) e dello Spread nel secondo caso. Lo Spread è l’elemento più rilevante da tener presente e valutare poiché varia da Banca a Banca e subito dopo l’Euribor il cui indice è soggetto a variazioni nel tempo e può influire significativamente sulla rata mensile;
  • Valutare TAN (Tasso Annuo Nominale) e soprattutto TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che rappresenta il costo reale del mutuo, elemento fondamentale che rivela se sia vantaggioso o meno ed informarsi sul tasso proposto, se sia un Tasso d’Ingresso o un Tasso a Regime poiché alcuni Istituti di Credito applicano un tasso particolarmente vantaggioso che poi si rivela essere valido solo per le prime rate e non per tutta la durata del mutuo;
  • Informarsi sui tempi di erogazione.

Comparate diverse offerte, si avrà, in base ai fattori sopra elencati, come risultante l’Istituto di Credito più affine alle proprie esigenze e a quel punto non resta che incrociare le dita.

E tu, vuoi lasciare altri consigli per chi è in cerca di un mutuo per giovani coppie? Lascia il tuo commento qui di seguito, oppure, se quest’articolo ti è piaciuto metti mi piace e condividilo su Facebook!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.