Quanto Mi Costa La Seconda Casa?

2

Quanto Mi Costa La Seconda Casa?- Una seconda casa al mare o in montagna è un sogno di tanti ma poi, dopo aver fatto tanti sacrifici per acquistarla, i costi non sono affatto terminati, anzi, continuano all’infinito e purtroppo in molti, tesi alla realizzazione del sogno di una vita, non considerano quello che costerà mantenerla, trovandosi con sorprese inaspettate, non considerate. Quanto Mi Costa La Seconda Casa?

I Costi all’Acquisto della Seconda Casa

Quanto Costa La Seconda Casa?

L’acquisto della prima casa, si sa, comporta un esborso per l’anticipo, le spese accessorie per l’accensione del Mutuo come, ad esempio, le spese di perizia e di istruttoria, poi le spese per il notaio, la provvigione per l’Agenzia Immobiliare, le Imposte… Tutto che va a costituire un costo oltre a quello della casa vera e propria, una somma anche sensibile che bisogna mettere in conto. Queste spese sono decisamente superiori se la casa che si sta acquistando rappresenta una seconda casa, ossia non la casa in cui si elegge la propria residenza.

Per fare un esempio, per un immobile residenziale del valore di 150 mila Euro e una rendita catastale pari a 450 Euro, la differenza tra il caso che sia prima casa o seconda casa, tra imposte di registro e catastali si aggira intorno ai 4 mila Euro se la compravendita si realizza tra privati e sale addirittura a 9 mila euro se la vendita avviene da un’Impresa in quanto soggetta a IVA. Questo perché il calcolo dell’Imposta avviene sulla base del prezzo di cessione e non sul prezzo-valore derivante dalla rendita catastale moltiplicata per particolari coefficienti.

Maggiori Costi Mutuo Seconda Casa

Tra un mutuo per la prima casa e per la seconda esistono differenze:

  • Per la prima casa la Banca trattiene lo 0,25% a titolo di imposta sostitutiva
  • Sulla seconda casa la Banca trattiene il 2% per il medesimo motivo

Da questo consegue che per ogni 100 mila Euro, per la prima casa l’imposta sostitutiva sarà pari a 250 Euro che salgono a 2 mila Euro per la seconda casa. La differenza è, quindi, evidente e sensibile anche sotto questo aspetto.

Non si riscontrano, invece, differenze sulle spese di istruttoria e perizia che si aggirano, in genere, rispettivamente sui 600 e 300 Euro. A livello di costi non vi sono differenze nemmeno sulla provvigione dell’Agenzia Immobiliare, pari a circa il 2,5% sul prezzo di vendita.

 

Tasse Seconda Casa

IMU, TASI e Bollette

Difficile dare indicazioni precise su IMU e TASI in quanto vi sono differenze anche significative da Comune a Comune: molti Comuni hanno adottato una politica decisamente pesante rispetto alle case di non residenti per quanto riguarda le due tasse di cui stiamo parlando, aliquote piuttosto penalizzanti per i proprietari di seconde case, da parte del Comune senza considerare che chi acquista una seconda casa, con ogni probabilità, la utilizzerà nel periodo delle vacanze, portando guadagno agli esercizi commerciali, Bar, ristoranti e tutto il resto incrementando l’economia locale.

Sul versante delle utenze, per quanto riguarda il gas non ci sono differenze di tariffa a seconda che si tratti di casa di residenza o seconda casa mentre per l’utenza elettrica il costo maggiore porta ad un incremento della bolletta pari a circa il 50% in più, solo in parte compensato dai minori consumi dato l’uso transitorio di tali immobili.

Nel complessivo delle spese considerate, per l’immobile preso ad esempio in precedenza, la differenza tra una seconda casa e una prima casa porta a quasi il raddoppio dei costi, intorni a 15 mila euro per la seconda casa, nella migliore delle ipotesi, contro o 7.850 in caso di casa di residenza.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.