Dichiarazione Inarcassa 2018

26

Inarcassa è la Cassa nazionale per la previdenza e l’assistenza a Ingegneri e Architetti Liberi Professionisti. La sua funzione è di erogare pensioni e assistenza ai propri iscritti. Il Contributo dovuto a Inarcassa è proporzionale al Reddito del Professionista iscritto e per fare questo è necessario che lo stesso presenti a tale Ente previdenziale la Dichiarazione dei redditi soggetti ad Irpef e IVA ai fini del calcolo Contributivo di ciascuno. Esistono dei termini per la presentazione della Dichiarazione e delle modalità stabilite.

Istruzioni Dichiarazione Inarcassa 2018

Al fine di presentare a Inarcassa la propria dichiarazione relativa ai redditi dell’anno precedente, intesi come imponibile Irpef e IVA, Gli Ingegneri e gli Architetti iscritti devono seguire determinate modalità.

Inarcassa rende disponibili sul proprio sito le istruzioni per adempiere a questo obbligo. Si tratta di istruzioni piuttosto ampie e articolate, circa 13 pagine in formato PDF che per ovvi motivi di spazio non possiamo ospitare in questo articolo e nemmeno possiamo riassumere senza omettere informazioni importanti.

Per avere tutte le informazioni relative alla Dichiarazione Inarcassa 2018, ti indichiamo il sito ufficiale di Inarcassa: www.inarcassa.it.

Fac Simile Dichiarazione Inarcassa 2018

Tutti i dati necessari ad Inarcassa per la determinazione dei contributi da versare per mantenere il diritto ai servizi previdenziali e assistenziali di Inarcassa vanno indicati su un documento predisposto dalla stessa e al quele si riferiscono anche le Istruzioni cui abbiamo accennato sopra.

Anche in questo caso Inarcassa mette a disposizione un Fac Simile in formato PDF sul sito che abbiamo già indicato e che puoi scaricare dal sito sul tuo PC. Ribadiamo che si tratta di documenti articolati che per essere completi ed affidabili, coerenti alla necessità, conviene scaricare direttamente da Intercassa.

Dichiarazione Inarcassa 2018

Scadenze Dichiarazione Inarcassa 2018

La Dichiarazione relativa ai redditi e IVA realizzati nel 2017 doveva essere presentata ad Inarcassa entro il 31 ottobre 2018. Per non incorrere in sanzioni era possibile presentare la Dichiarazione entro il 31 dicembre, entrambi termini ormai passati, quindi chi non avesse provveduto in queste scadenze lo può fare affrontando, però, le sanzioni previste.

Ricordiamo che la dichiarazione deve essered resa anche nel caso di importo pari a zero o negativa. Sono esonerati dall’obbligo di presentazione i Professionisti iscritti anche presso altri Albi Professionali e coloro i quali non fossero in possesso di Partita IVA nel 2017.

Sono anche esonerati dall’obbligo della Dichiarazione gli eredi di Professionisti ma solo se defunti nel corso del 2017.

Comunicazione dei Redditi Inarcassa

La Comunicazione dei Redditi Inarcassa deve essere presentata unicamente per via telematica. Per eseguire questa incombenza, devi accedere all’apposita sezione su Inarcassa Online e con le tue credenziali di accesso.

Gli eredi dei Professionisti deceduti che non rientrino nel caso di esonero dall’obbligo possono presentare la Dichiarazione in forma cartacea, tramite il Fac Simile che si trova Online e inviare tramite Raccomandata semplice.

In quest’ultimo caso la Dichiarazione può essere presentata in ritardo ma non oltre i 12 mesi dall’avvenuto decesso.

Per tutte le altre eventuali informazioni di cui avessi necessità, ti invitiamo a visitare il sito Inarcassa, davvero completo e idoneo a risolvere qualsiasi problema potesse sorgere relativamente alla Dichiarazione Inarcassa 2018, che ricordiamo essere www.inarcassa.it.

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.