Le Figure di Continuazione (Online Trading)

14

Le Figure di Continuazione (Online Trading) – Si tratta di “pause” dei trend dominanti durante le quali il mercato si dice che “prende fiato” per poi continuare la sua corsa, forse con un nuovo slancio. Cerchiamo di capirne di più in questo articolo.

Le figure di continuazione, nel trading online, sono delle pause momentanee del trend dominante, momenti durante i quali si dice che il mercato “prende fiato” per poi proseguire la sua corsa. Si tratta di particolari formazioni grafiche accompagnate generalmente da volumi bassi e poca volatilità (i volumi alti e la volatilità sono elementi caratterizzanti delle fasi di trending).

Ogni volta che una figura di continuazione viene rotta nella direzione del trend bisogna verificare che i volumi siano crescenti per avere una conferma sulla bontà del segnale ed evitare così i falsi segnali.

Le figure di continuazione nel trading

Esistono quattro tipologie di figure di continuazione:

  • I rettangoli: si verificano quando i prezzi vengono ingabbiati fra due rette parallele, delle quali la superiore indica una resistenza statica e la linea inferiore un supporto statico. I volumi devono essere più bassi rispetto alle fasi di trending. Si tratta di un momento di congestione, ovvero di trading range, durante il quale il mercato accumula potenziale per poi riprendere la sua galoppata. Queste congestioni o formazioni possono durare anche alcuni mesi. In questi casi i manuali consigliano di acquistare nella parte bassa e rivendere nella parte alta, inserendo degli stop loss molto stretti
  • I triangoli: possono essere di tre tipi. Il triangolo simmetrico (o isoscele) è costituito da due trendline (i lati del triangolo) convergenti: delimita una formazione grafica che viene caratterizzata da minimi crescenti e massimi decrescenti, ed indica una mancanza di direzionalità precisa (mancano infatti le condizioni caratteristiche delle fasi di trending, ovvero i minimi ed i massimi crescenti nell’up-trend, oppure i minimi ed i massimi decrescenti nelle fasi di down-trend. Si tratta dunque di una pausa del trend caratterizzata da volumi bassi e da volatilità limitata. Le onde che si formano dentro al triangolo sono di ampiezza via via inferiore. Perchè questa figura conservi la sua validità a livello di previsioni la sua rottura deve verificarsi fra la metà ed i tre quarti del triangolo: se si ha una rottura vicino l’apice meglio non operare. E’ importante sapere inoltre che può verificarsi dopo la rottura un pull back, ovvero un movimento di ritorno verso il triangolo. Il triangolo ascendente (rettangolo) è caratterizzato da minimi crescenti e massimi allo stesso livello, e ci indica una maggiore forza dei compratori. Lo troviamo all’interno delle figure di continuazione rialzista, ovvero negli up-trend. Il triangolo discendente (rettangolo) è caratterizzato da massimi decrescenti e minimi allo stesso livello, ed indica una maggiore forza dei venditori, pertanto si trova maggiormente in condizioni di continuazione ribasista, ovvero in un down-trend.
  • I Wedges: noti anche come cunei, si tratta di triangoli irregolari i cui due lati (le trendlines) convergono con pendenze differenti. Si caratterizza per una diminuzione dei volumi e segnala una ossta del trend. La sua inclinazione generalmente, è opposta rispetto alla direzione del trend stesso.
    Se abbiamo dunque una formazione a cuneo discendente, nota come falling wedge, all’interno di un trend positivo, questa ha implicazioni rialziste.
    Se invece abbiamo un cuneo ascendente, noto come rising wedge, in un trend negativo, questo ha implicazioni ribassiste.
  • Flag e Pennants – Le formazioni a bandiera e a gagliardetto: sono molto frequenti sui grafici e si presentano generalmente alla fine di un trend. Ci aiutano teoricamente ad ipotizzare la fine di un trend. Queste si esauriscono in un tempo inferiore rispetto ai triangoli, specialmente se ci troviamo all’interno di un downtrend. Vengono precedute da un forte movimento che disegna una sorta di asta (ecco perchè l’analogia con le bandiere ed i gagliardetti).
    Hanno la forma di un parallelogramma con inclinazione opposta alla direzione del trend e potremmo definirle come delle brevi correzioni. I pennants (gagliardetti) hanno una forma triangolare di dimensione piccola rispetto alla lunghezza dell’asta ed i volumi sono molto bassi. Entrambi (flags e pennants) ci aiutano ad avere delle indicazioni sugli obiettivi di prezzo. Sono figure molto frequenti nel mercato dei futures.

Al minuto 7.22 di questo video è possibile seguire un intervento dedicato proprio alle figure di continuazione:

Se quest’articolo ti è stato utile ricorda di supportarci condividendolo su Facebook e Google Plus. Se vuoi aggiungere qualcosa lascia il tuo commento e fai le tue domande / appunti a quanto pubblicato! Grazie e buon trading.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.