Home | Investimenti | Investire in Ucraina: Opportunità?
Investire in Ucraina: Opportunità?
Investire in Ucraina: Opportunità?

Investire in Ucraina: Opportunità?

Investire in Ucraina: Opportunità? Investire in un Paese estero comporta sempre un’attenta valutazione del complessivo delle condizioni relative a ciascun Paese. Uno dei fattori importanti è il costo del lavoro che soprattutto in Italia è un grosso problema che toglie competitività alle Imprese ma non ci si può limitare a questo: molti altri fattori vanno considerati.

Oggi ci occuperemo di investimenti in Ucraina, un importante Paese del Centro-Est Europa dove vi sono interessanti opportunità di investimento ma da considerare a fondo.

Conviene Investire in Ucraina?

L’Ucraina ormai da qualche anno sta vivendo una situazione difficile dal punto di vista politico e sociale. All’interno del Paese vi sono profonde divisioni socio politiche, con aspri conflitti in alcune zone che, però, rappresentano in fondo solo il 7% dell’Ucraina mentre il 93% è assolutamente tranquillo da questo punto di vista.

L’annessione della penisola di Crimea da parte della Russia, confermata anche da un referendum popolare, peraltro, ha generato tensioni in alcune zone tra chi vorrebbe staccarsi dall’Ucraina per mettersi sotto l’ombrello russo e chi, invece, si oppone a tali spinte, una guerra civile, insomma, con la presenza anche di sostegno russo ai ribelli.

Andare ad investire in quelle zone dell’Ucraina è impensabile, eccessivamente rischioso non solo per il capitale investito ma per le stesse persone. Escluso questo, dobbiamo guardare al resto del Paese sotto il profilo classico.

La crescita dell’Ucraina

L’Ucraina ha visto nel 2016 una crescita del PIL al 1,5% dopo due anni precedenti di crescita zero, quindi ha ottenuto risultati che l’Italia sta ottenendo solo nell’anno in corso con grande fatica. Storicamente conosciuta come “Il granaio d’Europa”, l’Ucraina possiede il 25% di tutta la terra nera fertile del mondo, basta gettare un seme che cresce certamente.

Di sicuro il settore agricolo è ancora trainante, l’Ucraina è il secondo esportatore mondiale di grano, dietro agli Stati Uniti e il primo esportatore mondiale di olio di girasole ma anche il settore dei trasporti è in ampio sviluppo e interessante sotto l’aspetto degli investimenti.

Non molto meno anche il settore industriale che ha visto in questi ultimi anni una notevole crescita. La forza lavoro è un punto di forza nell’economia Ucraina: il 70% della forza lavoro è ben istruita, con scuola secondaria e superiore, il tasso di alfabetizzazione in Ucraina è del 99,7% ma nonostante questo i salari sono estremamente bassi.

Un lavoratore ucraino percepisce un salario medio di 173 Euro, contro, per restare nell’area, 504 in Russia, 800 in Ungheria e 985 in Polonia, quindi con una forte convenienza di investimento per il fattore costo della manodopera.

Import-Export Ucraina

Dell’esportazione dell’Ucraina come Nazione abbiamo già detto, si tratta di numeri importanti che dicono molto sulle potenzialità economiche e gli spazi di investimento in settori trainanti e comunque in crescita.

Per contro dobbiamo segnalare che le normative ucraine sono parecchio complicate e in continua evoluzione, in particolare sono lunghe e complicate le vie burocratiche per la registrazione delle proprietà, cosa che frena parecchio l’investimento in Ucraina da parte di imprenditori e in questo si inserisce anche un alto livello di corruzione che rende complicato e spesso dissuade gli investitori che intendono avviare un’attività che comporti import-export di beni.

Come Aprire un’Attività in Ucraina

Prima di pensare a come aprire un’attività in Ucraina, bisogna anche considerare che anche il pagamento delle tasse è complicato: in media a causa dell’enorme burocrazia, occorrono in media 350 ore all’anno per gli adempimenti fiscali e ci sono anche difficoltà per ricevere i dividendi aziendali in valuta estera.

Una variazione della normativa ha consentito questo per i dividendi relativi agli anni 2014 e 2015 ma per i periodi successivi vige la più assoluta incertezza. Sul come aprire un’attività, detto tutto quanto sopra, risulta evidente che è più che mai opportuno rivolgersi a persone esperte locali che sappiano muoversi agevolmente nell’intricata normativa ucraina e bisogna anche pensare alla possibilità di imbattersi nella corruzione.

Complessivamente, quindi, investire in Ucraina è conveniente ma prima di lanciarsi occorre una profonda riflessione e valutazione di tutti i fattori in gioco.

Ti è stato utile questo articolo? Hai un’esperienza di investimento in Ucraina? Commenta subito e seguici su Facebook.


Guarda anche

sp quali le previsioni per il 2018 conviene investire nello sp500

S&P – Quali le Previsioni Per il 2018? Conviene investire nello S&P500?

S&P – Quali le Previsioni Per il 2018? Conviene investire nello S&P500? – Rassicuranti e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *