Mutuo Prima Casa per Giovani Coppie: Cosa sapere?

9

Mutuo Prima Casa per Giovani Coppie: Cosa sapere? Tutto quello che dovresti sapere sul mutuo per l’acquisto prima casa per una coppia giovane, con alcuni consigli pratici, buona lettura.

Stante le difficoltà di ottenere un Mutuo dagli Istituti di Credito per chi non ha un reddito consolidato o garanzie idonee a supportare le proprie intenzioni, negli ultimi tempi le Banche hanno provveduto a creare prodotti in grado di andare incontro a quelle categorie di soggetti considerate “a rischio” quali le giovani coppie ed i giovani al di sotto dei 35 anni, complice una situazione di instabilità reddituale che nel tempo ha generato molti lavoratori precari.

Una coppia che si appresta a chiedere un mutuo per acquistare la prima casa deve in primis essere certa della cifra che ha a disposizione e quale cifra di conseguenza ha intenzione di chiedere alla Banca.

In secondo luogo deve essere sicura di essere in grado di affrontare le spese mensili che il mutuo comporta detratte le spese fisse, quindi accingersi a fare una scelta dell’Istituto a cui inoltrare la propria richiesta dopo essersi ben informata sulle tipologie di offerte che il bancario offre.

Quando nello specifico trattasi di prima casa, alcune Banche offrono i cosiddetti “mutui agevolati” che sfruttano i fondi di garanzia statali per coprire il prezzo dell’immobile e comunque fino a duecentocinquantamila euro circa, comprendendo anche la ristrutturazione o accrescimento dell’efficienza energetica.

Chiaramente per accedere a questi fondi è necessario avere determinati requisiti, fra cui: età non superiore a 35 anni, essere sposati o conviventi more uxorio da almeno due anni e non possedere altri immobili ad uso abitativo a meno che non siano stati ereditati ed in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

Fondamentalmente le condizioni vantaggiose consistono nell’applicazione di un tasso di interesse che non può superare i tassi medi previsti dal Ministero dell’Economia.

Esiste un elenco di Banche che applicano i mutui agevolati ed in particolare un Istituto di Credito, la Unicredit, che offre la sospensione delle rate per un anno laddove la coppia ne necessiti.

Questo tipo di agevolazioni rientrava nell’ambito del “Fondo di Garanzia per le Giovani Coppie” adesso la sua denominazione è “Fondo di Garanzia per i Mutui per la Prima Casa” in cui le giovani coppie sono una delle categorie che godono di priorità.

Agevolazioni sull’acquisto della prima casa per giovani coppie

Per le giovani coppie che intendono acquistare la loro prima casa, lo Stato offre delle agevolazioni che consistono in incentivi fiscali ovvero sconti sull’imposta di registro e catastale, mirati a facilitare la spesa per questa particolare categoria di soggetti attraverso il Fondo di Garanzia Mutuo Prima Casa e nello specifico, a seconda che la coppia abbia intenzione di scegliere un tasso fisso o variabile, sono previsti tassi non superiori a quelli stabiliti da Euribor (se variabile) e Irs (se fisso) a cui va aggiunto uno Spread dell’1,5% se la durata del mutuo supera i 20 anni e dell’1,20% se inferiore.

Chiaramente esistono dei requisiti oltre quello di reddito per poterne usufruire quali:

  • Non superare i 35 anni di età per almeno un componente della coppia,
  • La coppia, anche laddove sia coppia di fatto, deve essere tale da almeno tre anni,
  • L’acquisto deve essere finalizzato alla prima casa,
  • I componenti della coppia non devono essere proprietari di altri immobili, salvo non siano ereditati anche in comunione con altri aventi diritto o in uso abitativo gratuito a genitori o fratelli,
  • L’immobile non deve essere “di lusso” o appartenente alla categoria catastale A1, A8 e A9 e non deve superare i 95 mq.

E’ previsto anche un bonus per l’acquisto di mobili e arredi grazie al quale le spese vengono dimezzate del 50% anche se non c’è ristrutturazione.

Inoltre il mutuo richiesto non deve superare la soglia dei 250mila euro ed in sostanza la Banca, che deve essere presente nell’elenco di aderenti all’iniziativa, si impegna a non chiedere altre garanzie aggiuntive oltre all’ipoteca sull’immobile e alla garanzia offerta dallo Stato.

La domanda per accedere al Fondo di Garanzia Mutuo Prima Casa va presentata all’Istituto Bancario che comunque si riserva la facoltà di accettarla o meno o di erogare o meno il mutuo, o presso un intermediario, entrambi la inoltreranno al Gestore del Fondo per la Casa e comunicheranno successivamente alla coppia, entro 15 giorni lavorativi, se la domanda è stata accettata o respinta, circostanza che può avvenire anche per mancanza di liquidità del Fondo; se la domanda è accettata, entro 30 giorni il mutuo verrà erogato ed il Fondo interverrà laddove la coppia, pur avendo coperto il 50% della quota capitale, degli oneri non superiori al 5% del capitale residuo e degli interessi calcolati con tasso legale, non riesca più a pagare le rate del mutuo.

E tu vuoi aggiungere qualcosa? Lascia un commento a quest’articolo, oppure condividilo qui di seguito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.