Postacertificata GOV.it Come Funziona?

6

Parliamo di posta ma non la classica che siamo abituati a considerare o meglio, che eravamo. Il mondo è completamente cambiato soprattutto nell’ultimo decennio. Chi riceve più cartoline da luoghi di vacanza? Chi riceve oggi lettere da parenti, amici, innamorati? La Posta di questo genere oggi quasi non esiste più, è andata in pensione (almeno lei ce l’ha fatta…). Oggi tutto si fa con lo Smartphone, con il PC o il Tablet. La messaggistica istantanea ha portato a comunicazioni in tempo reale anche con l’invio di foto mentre molte comunicazioni spesso più formali avvengono con la Posta Elettronica. Chi garantisce che l’invio di una mail avvenga davvero dalla persona che la scriverebbe?

Come si invia la posta

Oggi le comunicazioni ufficiali, formali, si trasmettono sostanzialmente tramite Raccomandata, al limite via Fax anche se quest’ultimo è un po’ in disuso.

La Raccomandata garantisce la consegna al destinatario, comprovata dalla Ricevuta di ritorno ma se vogliamo essere pignoli e malfidenti, chi garantisce che la persona che scrive la lettera raccomandata sia davvero quello che dice di essere?

In teoria chiunque potrebbe sostituirsi alla persona scrivente ed inviare la Raccomandata al suo posto dichiarando qualsiasi cosa, non c’è nessuna certezza assoluta che lo scrivente sia proprio chi dice di essere, non è possibile l’identificazione certa del mittente.

L’insicurezza anche nella posta elettronica

Ormai tutto si fa via e-mail, si scrivono lettere formali, si inviano documenti scannerizzati eccetera. Chi riceve una mail sa il mittente tramite l’account che lo identifica.

Chiunque, tuttavia, potrebbe avere accesso a tale Account e scrivere e inviare quello che vuole anche all’insaputa del mittente, del titolare dell’Account, quindi si pone un problema di sicurezza nella gestione delle mail.

La Posta certificata

L’informatizzazione dello Stato ha portato all’esigenza di avere la certezza dell’identità dello scrivente. Questo si realizza attraverso la firma elettronica certificata.

E’ tutto piuttosto semplice: si richiede una casella di Posta certificata. Per il rilascio di questa casella, si identifica il richiedente attraverso l’esibizione di documenti personali che avviene tramite la scannerizzazione.

Rilasciando la casella di posta certificata costituita da un indirizzo, si ha la certezza che tutto ciò che arriva da quella casella o viene ricevuto sia precisamente gestito dal titolare della casella stessa.

Postacertificata GOV.it Come Funziona?

Postacertificata GOV.it Cosa è?

Il Governo ha consentito a professionisti, iscritti ad Albi Professionali e a tutti coloro i quali per qualsiasi motivo intrattengono rapporti con la Pubblica Amministrazione di richiedere gratuitamente una Casella di Posta Certificata, la PEC.

Anche privati cittadini hanno questa possibilità. Tutto questo è stato valido fino al 18 marzo del 2015 per la posta in uscita, fino al 18 luglio dello stesso anno per la posta in entrata.

Da tali date le caselle di postacertificataGOV.it sono inattivate. Restano attive, però, tali caselle appartenenti a privati cittadini. Questo significa che professionisti e tutti coloro i quali usano la Casella di Posta Certificata non lo possono più fare?

La PEC oggi

Tutti i soggetti che hanno la necessità di avere una PEC la possono avere ma a pagamento, non più gratuitamente, sempre con l’eccezione dei privati cittadini per cui la gratuità permane ma non nei rapporti tra privati, esclusivamente nei rapporti con la PA.

Chi vuole avere una PEC la può richiedere a diverse Società che sono abilitate a farlo ma se si vuole è ancora possibile farlo attraverso il portale del Governo tramite società accreditate per questo che sono:

  • Aruba PEC Spa
  • Infocert Spa
  • Postecom Spa

I costi si differenziano parecchio da una società all’altra ma il prezzo minimo che si può trovare è di 5 Euro/anno.

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.