Quotazione Petrolio Brent e Novità

7

Quotazione Petrolio Brent e Novità- Il Petrolio è un prodotto derivante dalla degenerazione di residui organici e proprio per questo non c’è un solo tipo, o qualità, di Petrolio: i residui organici da cui deriva il Petrolio hanno composizioni diverse, pertanto diversi sono i tipi di Petrolio. Tutte le attività umane attualmente non possono prescindere dal Petrolio, direttamente o indirettamente. Sui mercati troviamo il cosiddetto Petrolio WTI e il Brent. Vediamo di che si tratta.

Il Petrolio è una miscela di idrocarburi presente in giacimenti sotterranei, anche a grandi profondità per cui per portarlo in superficie occorre trivellare il terreno. Il mercato del Petrolio influenza fortemente l’economia mondiale. Per rendersene conto basta guardare i drammatici fatti del Venezuela di questi ultimi tempi.

Il Venezuela ha nel suo territorio enormi giacimenti di Petrolio ma la bassa quotazione che è scesa anche sotto i 30 dollari al barile ha provocato il tracollo dell’economia di quel Paese, totalmente fondata sul Petrolio.

Il mercato del Petrolio ruota intorno a due poli:

  • Quello di New York(Nimex)
  • Quello di Londra (London International Petroleum Exchange).

A questi due mercati corrispondono due tipi di Petrolio, il WTI e il Brent. Quest’ultimo è il riferimento mondiale per il mercato del Greggio e determina il 60% del prezzo del mercato, determinato in dollari al Barile che corrisponde a 135 Kg, 159 Litri.

Il prezzo del Petrolio è determinato dalla richiesta e da molti fattori economici, politici e sociali. Il Brent viene estratto dal Mare del Nord, ovviamente attraverso la trivellazione dei fondali marini e si differenzia dal WTI per la qualità e le modalità di trasporto che incidono sul prezzo: Il WTI viene convogliato attraverso oleodotti mentre il Brent viene trasportato attraverso petroliere.

Ovviamente il trasporto via nave costa di più. In realtà il Petrolio WTI è più pregiato ma le modalità di trasporto e la richiesta inferiore fanno sì che il suo prezzo sia inferiore al Brent.

L’Asia sostiene il prezzo del Brent

La grande fortuna del Brent è l’enorme richiesta dall’Asia, un mercato che utilizza quantità veramente enormi di Petrolio per le sue attività produttive che si sono incrementate a dismisura negli scorsi decenni e particolarmente negli ultimi anni. La forte richiesta aumenta il prezzo, naturalmente.

La quotazione attuale del Petrolio Brent si aggira sui 50 Dollari al barile ma la quotazione stessa può subire fluttuazioni anche sensibili. Alcuni anni fa, meno di 10 anni addietro, il Petrolio aveva raggiunto quotazioni anche superiori a 160 Dollari al barile per poi crollare fino a raggiungere, recentemente, i 28 dollari al Barile, un vero crollo di quotazione.

Secondo alcuni analisti la quotazione attuale potrebbe nuovamente crollare. Anche alcuni famosi finanzieri sono pronti a scommettere su un ritorno a quota 30 e anche meno.

Al momento il rialzo recente, da fine 2016, è dovuto prevalentemente ad una riduzione di produzione da parte dei Paesi aderenti all’Opec ma le decisioni del Presidente Trump di riprendere l’attività estrattiva a pieno ritmo e la decisione della Russia di seguire la stessa strada potrebbe facilmente portare ad una riduzione notevole del prezzo del greggio.

Hai trovato interessante questo articolo? Commentalo e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.