Renzi si Dimette dopo il Referendum Costituzionale?

Renzi si Dimette dopo il Referendum Costituzionale? Appare commosso e con le lacrime agli occhi, Matteo Renzi, il presidente del Consiglio, durante il discorso di oltre dieci minuti che coincide con il suo saluto a Palazzo Chigi.

Ha cercato di sdrammatizzare con delle battutine ma avuto anche l’occasione di rivendicare i risultati vincenti.

Poco tempo fa ha comunicato a tutti che il suo governo sarebbe finito alla vincita dei NO, e così è stato. Il premier ha annunciato le sue dimissioni, tramite una conferenza stampa a Palazzo Chigi, mostrandosi forte anche davanti alla sconfitta.

Dopo il discorso, Renzi ha ringraziato anche sua moglie Agnese, per essere stato al suo fianco e per averlo supportato durante tutto il periodo.

Inoltre, prima di iniziare le interviste, il premier ha telefonato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per confermare le sue dimissioni dopo l’esito negativo del voto.

Durante il discorso, ha affermato di essere fiero e orgoglioso, ha parlato anche dei risultati, accettando l’esito negativo, rivolgendosi direttamente a tutti gli elettori che hanno votato NO.

Sostiene anche che, loro erano li per vincere, non per partecipare. Seppure abbiano ottenuto milioni di voti, sono stati insufficienti per ottenere la vittoria. Ritorna poi sulla sua posizione, affermando nuovamente di aver perso e, che dopo tutte le elezioni resta tutto com’è.

Video integrale discorso Matteo Renzi – Referendum Costituzionale

Renzi sostiene di essere diverso dagli altri, anche se non è riuscito a portare l’Italia alla vittoria, e che ha fatto tutto quello che poteva fino a ora.

Si assume quindi le sue conseguenze, sostenendo che oggi pomeriggio, salirà al Quirinale per consegnare al Presidente della Repubblica le dimissioni.

Ha sottolineato persino che, purtroppo il suo partito non è stato convincente, anche se voleva cancellare le poltrone di troppo, ma adesso è la sua la poltrona che salta.

Durante il discorso ha poi ricordato anche che, da oggi tutta l’Italia sa di poter contare sulla guida autorevole del noto presidente Mattarella.

Infine, il presidente dimissionario afferma anche, che, con amicizia istituzionale accoglierà il suo successore chiunque sarà. Gli consegnerà il lungo dossier di tutto quello che c’è ancora da fare.

Con molta commozione, ha nuovamente ringraziato Agnese sua moglie, per la grande fatica dei giorni di carica e, per come è riuscita a rappresentare splendidamente l’Italia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.