Rinnovo Postepay

8

Tantissimi italiani hanno in tasca una carta ricaricabile Postepay. Si tratta di uno strumento più che valido e semplice da usare. Consente di avere sempre a disposizione il denaro depositato sulla stessa per prelevare contanti, effettuare pagamenti negli esercizi commerciali. Puoi anche fare pagamenti e ricariche telefoniche sia presso gli ATM che in Ufficio Postale. Il commercio Online si è enormemente sviluppato in questi anni e possedere una carta di credito tradizionale o ricaricabile è diventato indispensabile. Postepay serve anche per questo. Quando scade come si fa il Rinnovo Postepay?

Cos’è Postepay

Postepay è una carta ricaricabile di Poste Italiane e in quanto tale utilizzabile nel limite della somma depositata. Ricaricare la carta Postepay è semplice: basta recarsi in un qualsiasi ufficio postale e provvedere a depositare la somma desiderata con un costo di 1€ per l’operazione.

La ricarica può essere effettuata anche presso un tabaccaio ma in questo caso il costo raddoppia. Occorre presentarsi con il numero della carta da ricaricare o con la carta stessa e il codice fiscale e i dati del proprietario.

Questo significa che anche una terza persona può effettuare la ricarica, ad esempio a favore del figlio che si trova in viaggio anche al di fuori dei confini nazionali o per altri casi.

Postepay standard e Evolution

Nel momento in cui richiedi una Postepay hai una doppia possibilità di scelta:

  • Postepay standard
  • Postepay Evolution

Le prima ti consente l’operatività di pagamento e di prelievo di contante presso qualsiasi ATM. Utile anche per gli acquisti Online, ha solo il limite di non consentire bonifici in entrata e uscita in quanto priva di codice IBAN.

La Postepay Evolution è, invece, dotata anche di codice IBAN che consente di fare bonifici e riceverli, così come è possibile ricevere l’accredito di stipendio.

Rinnovo Postepay
Rinnovo Postepay

I Costi delle Postepay

La versione Standard prevede un costo di emissione pari a 15 Euro ma nessun altro costo nel periodo di validità, se non le commissioni nel suo utilizzo per versamenti e prelievi.

La Postepay Evolution ha, oltre al costo di emissione, un costo annuale, un canone, pari a 10 Euro annui, più, come la versione standard, i costi di commissione.

In entrambi i casi, la Postepay ha un periodo di validità. Scaduto tale termine, indicato sulla carta stessa, occorre provvedere al Rinnovo Postepay. Se questo non viene fatto la carta resta inutilizzabile anche se vi sono ancora depositate delle somme.

Rinnovo Postepay

Se intendi ancora utilizzare la tua Postepay, devi provvedere al suo Rinnovo. Al contrario, se non ti interessa più, puoi recuperare la somma ancora depositata e disfartene dopo tale operazione, distruggerla o tenerla come ricordo, decidi tu.

Per rinnovare la tua Postepay hai la possibilità di utilizzare due strade:

  • Tramite il sito Online di Poste Italiane se sei già registrato oppure puoi provvedere alla tua registrazione e provvedere successivamente al Rinnovo Postepay
  • Se non sei registrato e non intendi farlo, tramite il numero di telefono dedicato 800.00.33.22, seguendo la voce guida e chiedendo il rinnovo.

Quando fare il Rinnovo Postepay

E’ possibile fare il Rinnovo Postepay da due mesi prima della sua scadenza e fino a 18 mesi dopo. Ovviamente dopo la scadenza non la potrai più utilizzare finché non provvedi al rinnovo.

Dopo la richiesta di rinnovo riceverai a casa la nuova Carta Postepay e dovrai recarti poi in ufficio postale originario anche con la Carta scaduta per ottenere il nuovo PIN che ti consente l’utilizzo della tua nuova Postepay.

Trascorsi più di 18 mesi la Carta Postepay non è più rinnovabile. Se la desideri ancora, l’unica strada è richiedere il rilascio di una nuova Postepay.

Ti siamo stati utili con questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.