Coronavirus: Stop Cartelle, Versamenti e Rate Fino a Maggio

Causa Coronavirus Stop a Cartelle e Rate fino a Maggio 2020: l’Agenzia delle Entrate ha già pubblicato anche un vero e proprio vademecum con tutte le misure fiscali introdotte dal Decreto Cura Italia.

Basta accedere sul sito dell’Agenzia delle Entrate per avere il link al vademecum dell’Agenzia delle Entrate con tutte le informazioni sulle misure fiscali introdotte dal Decreto Cura Italia, e di conseguenza conoscere quali sono i versamenti sospesi fino a maggio.

Sospensione Versamenti Causa Coronavirus

Il primo punto, che fa riferimento all’Art. 61 del Decreto Cura Italia, prevede la sospensione di versamenti per le imprese maggiormente colpite.

Sono oggetto di quest’articolo:

  • Ritenute
  • Contributi Previdenziali e Assistenziali
  • Premi per l’assicurazione obbligatoria
  • IVA (Imposta sul Valore Aggiunto)

I destinatari sono le imprese maggiormente colpite indicate nelle lettere da a ad r del c.2 art. 58 (fra cui teatri, ristoranti, asili, terme, parchi divertimento, musei, biblioteche, …).

La sospensione è valida dalla data di entrata in vigore del Decreto fino al 30 Aprile ad eccezione delle associazioni sportive fino al 31 Maggio.

La ripresa versamenti, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 31 Maggio 2020 o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.

Sospensione Versamenti Imprese e Lavoratori Autonomi

Il secondo punto riguarda la sospensione dei versamenti in autoliquidazione di ritenute e trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, IVA e contributi previdenziali assistenziali.

I destinatari di questa sospensione son:

  • Soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nell’anno d’imposta precedente
  • La sospensione dell’IVA opera a prescindere dal volume di affari per i soggetti con domicilio o sede nelle province di Bergamo, Cremona, Lodi e PIacenza

Il periodo di riferimento sono i versamenti che scadono fra l’8.03.2020 ed il 31.03.2020.

Sospensione per soggetti delle c.d. “Zone Rosse”

L’oggetto sono il differimento termini per effettuare i versamenti sospesi delle imposte e gli adempimenti tributari.

I sostituti d’imposta non operano le ritenute sui redditi.

In questo caso i destinatari sono i soggetti dei comuni individuati nell’allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 Marzo 2020 (11 Comuni prima zona Rossa).

Il periodo è fino al 31.05.2020.

Per tutte le altre sospensioni invitiamo a consultare il PDF disponibile sul sito ufficiale dell’agenzia delle entrate (https://www.agenziaentrate.gov.it/).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.