Tassazione Guadagni Forex: Vanno Dichiarati?

Tassazione Guadagni Forex: Vanno Dichiarati? Tutto quello che dovresti sapere sui proventi derivanti dal forex e dal trading online in questo articolo di Forex Notizie.it.

Quando si comincia a fare trading online, e trading sul forex, ci si pone l’interrogativo: come dichiarare i guadagni sul forex? Qual è la tassazione su queste entrate? Se per diversi anni i guadagni derivanti dal forex sono stati esentasse (per i guadagni inferiori a 50.000 euro) purchè i conti in valuta estera non fossero trattenuti per oltre sette giorni.

Praticamente per il trading intraday prima era possibile risparmiare dei soldi sulle tasse: dal 2010, l’Agenzia delle Entrate ha imposto il pagamento delle tasse sui profitti derivanti dal forex indipendentemente dal volume dei profitti e dal tempo in cui si è detenuta valuta estera.

I profitti derivanti dal forex sono stati equiparati ai guadagni ottenuti dai derivati: i guadagni fatti con i broker forex devono essere tassati con una aliquota del 20% calcolata sulla somma algebrica dei proditti e delle perdite.

Si sommano i profitti e si sottarggono le perdite per calcolare l’imponibile e poi il 20% dall’imponibile, inserendo queste somme in fase di dichiarazione dei redditi. Pare che molti broker forniscano tutto il supporto di cui si ha bisogno per il calcolo dell’importo e quindi dell’imposta da pagare.

E’ interessante sapere che i Broker Forex Italiani sono considerati sostituti d’imposta e fanno in autonomia sia i calcoli sia la sottrazione dal conto di trading degli importi da versare all’erario. Ne sono rimasti pochi attivi però, in quanto negli anni scorsi la Banca d’Italia, evidentemente per delle lacune, hanno chiuso parecchi broker.

Se hai maggiori informazioni sull’argomento o vuoi fare una domanda lascia un commento, oppure condividi sui social questo articolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.